You are here: Regione Beni Culturali BENI CULTURALI SPA: SCIOPERO IL 10 GENNAIO

BENI CULTURALI SPA: SCIOPERO IL 10 GENNAIO

E-mail Stampa PDF

Palermo, 17 dicembre 2010
Le scriventi Segreterie Regionali hanno messo in atto ogni possibile tentativo per chiudere positivamente la vertenza che riguarda tutti i lavoratori della Società Beni Culturali S.p.A.


Purtroppo, uguale sensibilità non è stata dimostrata dai vertici societari che questa mattina hanno disertato l'incontro convocato dal Prefetto per risolvere il conflitto culminato con la proclamazione dello sciopero per il 21 dicembre.
In Prefettura si è presentata soltanto la Presidenza della Regione confermando i contenuti dell'incontro del 13 u.s. che non sono stati risolutivi rispetto alle nostre rivendicazioni.
Noi abbiamo posto l'accento sul forte impatto sociale delle cause che hanno determinato la vertenza e del grave stato di malessere che vivono i lavoratori sui quali gravano le ricadute negative che condividono con  cittadini e fruitori del patrimonio culturale e artistico siciliano.
Il rappresentante della Regione, in conclusione, si è limitato a rinviare il tutto a dopo la riunione di Giunta di Governo, che è convocata per stasera, e al conseguente incontro che il Presidente della Regione avrà con le OO.SS. presumibilmente lunedì o mercoledì prossimi.
Stante il perdurare della situazione di conflitto rispetto alle vertenze in atto, le OO.SS. scriventi, avendo revocato lo sciopero già proclamato il 21 a seguito dell'indicazione immediata della Commissione di garanzia per mancanza del preavviso dovuto, decidono di continuare a mantenere lo stato di agitazione del personale e di riproclamare lo sciopero, secondo le prescrizioni normative vigenti, il 10 gennaio 2011.
Resta inteso, e questo è il nostro auspicio, che la risoluzione delle vertenze prima della data dello sciopero, comporterà la sua revoca.