You are here: Mercato del Lavoro Comunicati Elezioni RSU: Grande Affermazione della Fp Cgil Sicilia

Elezioni RSU: Grande Affermazione della Fp Cgil Sicilia

E-mail Stampa PDF

La Fp Cgil si conferma il primo sindacato nel lavoro pubblico in Italia e avanza anche in Sicilia. I lavoratori della Pubblica Amministrazione con il loro voto hanno dato fiducia all’impegno e alle lotte di questi anni, per salvaguardare il lavoro pubblico e la professionalità dei lavoratori.

I dati ormai definitivi, danno la Funzione Pubblica CGIL Siciliana in netto aumento del 3,5%, “con un andamento – dice il segretario generale, Michele Palazzotto - che premia la nostra volontà di far votare i lavoratori pubblici, ma soprattutto che dimostra la fiducia nel nostro operato per difendere la conquista del contratto nazionale di lavoro”. In tanti enti, agenzie e aziende pubbliche la F.P. è maggioritaria. “Esaltante è poi – aggiumge il segretario generale - il risultato degli Enti Locali che vede Fp Cgil, affermarsi come primo sindacato in quasi tutte le provincie”. Confermato e consolidato il primato a Ragusa e Siracusa e Agrigento dove si registra la più grande percentuale di crescita in Sicilia (+ 7%). Fp Cgil diventa, inolte, il primo sindacato ad Enna . Grande risultato anche a Palermo e Messina . F.P. CGIL conquista terreno e primato anche in Sanità e Autonomie Locali. Primi nelle provincie regionali di Palermo (oltre il 50%) e Messina (oltre il 40%). “Nella Sanità – aggiunge Palazzotto - ci confermiamo primo sindacato negli ospedali di Taormina e Patti ed avanziamo al Papardo di Messina, a Villa Sofia – Cervello di Palermo e all’ASP Palermo (primi a Corleone e Termini Imerese)”. Bene anche a Caltanissetta e Trapani dove il sindacato ottiene il primato e avanza in molte Autonomie Locali: primato al Comune e alla Provincia Regionale di Trapani e nei comuni di Caltanissetta, Gela e Mussomeli; avanzata nei comuni di Castellammare, Salemi e Valderice. “E' un risultato – conclude Palazzotto - che ci carica di responsabilità e di rinnovato impegno a continuare le tante battaglie a difesa dei diritti e del salario dei lavoratori pubblici a cui va il nostro GRAZIE”.