You are here: Autonomie Locali Enti Locali PROVINCE. GRANDE PARTECIPAZIONE AL SIT IN ORGANIZZATO DA FP CGIL SICILIA PER CHIEDERE GARAZIE SUL PERSONALE. IL 9 AGOSTO NUOVO VERTICE COL GOVERNO PER DEFINIZIONE ACCORDO QUADRO.

PROVINCE. GRANDE PARTECIPAZIONE AL SIT IN ORGANIZZATO DA FP CGIL SICILIA PER CHIEDERE GARAZIE SUL PERSONALE. IL 9 AGOSTO NUOVO VERTICE COL GOVERNO PER DEFINIZIONE ACCORDO QUADRO.

E-mail Stampa PDF

Palermo, 31 luglio 2013. Grande partecipazione con più di 500 lavoratori da tutte le province al sit-in organizzato questa mattina dalla Cgil Funzione Pubblica davanti l'assessorato Funzione Pubblica e Autonomie locali,  sul grave stato di crisi che stanno attraversando le Province regionali in attesa di una riforma di cui ancora non si conoscono i connotati.
“Si è perso troppo tempo – dicono il segretario generale Michele Palazzotto e Enzo Abbinanti della segreteria regionale - ed occorre avere risposte immediate già oggi pomeriggio con l'approvazione delle variazioni di bilancio attraverso le quali devono essere individuate anche le risorse per questi Enti ancora esistenti, dal momento che i liberi Consorzi non si sa ancora né quanti sono né cosa sono né quando verranno”.
In tarda mattinata, la Fp Cgil è riuscita ad ottenere un impegno formale dall'Assessore Valenti, dopo un lungo incontro cui ha preso parte una delegazione ristretta, di riconvocare le organizzazioni sindacali giorno 9 agosto alle 11 per definire un accordo quadro che definisca le linee guida sul riordino delle amministrazioni provinciali.
Fp Cgil chiede “attenzione al governo regionale sullo stato emergenziale che vivono gli Enti per mancanza di trasferimenti sia dello Stato (100 milioni) che della Regione (40 milioni) con gravi ripercussioni sullo stato occupazionale e retributivo dei dipendenti delle Province, degli Istituti Scolastici e delle Partecipate e con il pericolo reale che si taglino servizi essenziali a partire dal diritto allo studio”.
A seguire, si è svolto un incontro con il tavolo tecnico apposito che sta studiando un'ipotesi di lavoro per la definizione dei nuovi Enti; in questa sede, il sindacato ha ribadito la necessità che si apra un confronto politico dove sia chiaro quale proposta intende mettere in campo il governo regionale. È plausibile che questo percorso possa essere tracciato meglio nell'incontro fissato per il 9 agosto.