You are here: Sanità Sanità Privata FPCGIL-CISLFP-UILFPL :No al tavolo di crisi SEUS

FPCGIL-CISLFP-UILFPL :No al tavolo di crisi SEUS

E-mail Stampa PDF
118

Partecipare al tavolo di crisi convocato dalla SEUS per lunedì 5 maggio 2014 significa legittimare la crisi!

Fp Cgil- Cisl Fp e Uil Fpl non parteciperanno

 

Palermo, 30 aprile 2014

La decisione della SEUS di istituire il tavolo di crisi è inopportuna, pretestuosa ed ingiustificata;la SEUS è un’azienda SANA!Il Piano Industriale individua percorsi e strumenti utili a veicolare l’azienda, in tempi brevissimi,verso assetti virtuosi;la “previsione di perdita economica di esercizio”, in quanto previsione non è sufficiente per attivare il tavolo di crisi;eventuali scostamenti negativi potranno essere allineati nel corso dell’anno attraverso vari strumenti in dotazione dell’azienda e mediante verifiche periodiche;l’Assessorato della Salute e la VI Commissione ARS, alla presenza delle OO.SS., hanno sempre riconosciuto il valore, le peculiarità ed il ruolo strategico che la SEUS riveste nel più ampio ambito del Servizio Sanitario Regionale;la scelta del Consiglio di Gestione di intervenire sulla SEUS per attivare contratti di solidarietà èin contrasto con la scelta del governo regionale di salvaguardare i livelli occupazionale e assicurare l’integrale tutela contrattuale ai lavoratori delle altre partecipate.Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl sono tuttavia disponibili a partecipare ad un tavolo di confronto utile alsuperamento delle tante criticità di tipo organizzativo (turnistica, orario di lavoro, contratto integrativo aziendale, difettosità applicazione graduatoria) e di tipo gestionale (trasparenza,governo ordinario e straordinario del servizio di emergenza urgenza e dei servizi secondari) attualmente insistenti in azienda, nonché all’individuazione di percorsi e programmi condivisi sul piano strutturale e di sistema.