You are here: Regione Politica Regionale Comunicato Incontro Sindacati-Regione

Comunicato Incontro Sindacati-Regione

E-mail Stampa PDF
sicilia

INCONTRO SINDACATI-ASSESSORE ALL'ECONOMIA SUI TAGLI IN MANOVRA CORRETTIVA PER ENTI E SOCIETA' REGIONALI - FP CGIL - CISL FP - UIL FPL: "ABBIAMO OTTENUTO CHE I CONTRATTI NON SI TOCCHINO, MA LA SITUAZIONE FINANZIARIA RIMANE GRAVE".

Palermo, 30 aprile 2014

A seguito della protesta di FP CGIL - CISL FP - UIL FPL  per l'imminente varo delle norme finanziarie regionali che consentirebbero la rinegoziazione dei contratti collettivi negli enti e società regionali con grave perdita per gli stipendi dei lavoratori, l'Assessore regionale all'Economia Agnello ha incontrato le Segreterie regionali questa mattina alle 12,00.

A renderlo noto sono Enzo Abbinanti per la FP CGIL, Gigi Caracausi e Paolo Montera per la FP CISL e Giovanni Guadalupi e Alberto Piletto per la UIL FPL, che hanno preso parte all'incontro.

I rappresentanti delle tre Categorie del Pubblico Impiego dichiarano di avere rappresentato "la gravità della situazione in cui versano gli enti anche alla luce delle dichiarazioni per niente rassicuranti del Presidente della Regione riportate dalla stampa questa mattina rispetto alla paventata possibilità di rivedere i contratti dei lavoratori."

"L'Assessore" proseguono i rappresentanti di FP CGIL - CISL FP - UIL FPL, "ha mostrato disponibilità al dialogo con le parti sociali e ha a sua volta rappresentato le gravi difficoltà che sta incontrando per varare la manovra aggiuntiva; ma la cosa più importante è che ha condiviso la nostra contrarietà nei confronti di norme che ledono i diritti dei lavoratori e le prerogative della contrattazione comunicandoci di aver già predisposto un emendamento ad hoc per modificarle.

A conclusione dell'incontro, i sindacalisti di FP CGIL - CISL FP - UIL FPL  sottolineano "l'importanza del risultato raggiunto con l'impegno dell'Assessore a intervenire sulla norma, ma mantengono alta l'attenzione sulla grave situazione finanziaria e sui conseguenti provvedimenti del Governo regionale, in difesa del lavoro e del servizio pubblico."