You are here: Igiene Ambientale Coordinamenti

Coordinamenti

FP-CGIL DENUNCIA GRAVE INDEBITAMENTO DEGLI ATO

E-mail Stampa PDF

Il Coordinamento Regionale dell’Igiene Ambientale, riunitosi a Enna, alla presenza di Franca Peroni della Segreteria Nazionale FP e di Michele Palazzotto, Segretario Generale della FP Sicilia, denuncia la gravissima situazione in cui versa l’intero settore, venutasi a creare a seguito del fallimento del Piano dei Rifiuti Regionale. I lavoratori e i rappresentanti aziendali di tutta la Sicilia hanno rappresentato la grave crisi causata dall’indebitamento degli ATO che ammonta a circa 900 milioni di euro a seguito della quale da troppo tempo ormai non sono più garantite  le retribuzioni, i mezzi e gli strumenti e la sicurezza sul lavoro. Quel processo di riforme che con il decreto del Presidente della Regione n.127 del 20 maggio 2008 prevedeva la riduzione degli ATO e la reiscrizione del Piano Integrato dei Rifiuti, e che poteva rappresentare il primo passo per il superamento dell’emergenza non è mai partito.Il Coordinamento rileva l’assoluta insufficienza delle iniziative messe in campo, perché prive del supporto legislativo: a tutt’oggi il ddl 305 è in commissione, e tutti gli interventi effettuati, vedi Catania e Palermo, sono  frutto esclusivo di mediazioni politiche, e talvolta personali.

COORDINAMENTO REGIONALE DEL 5 GIUGNO 2008

E-mail Stampa PDF

L’unificazione dei due contratti Fise e Federambiente, il presupposto di un contratto unico di settore, rappresenta la risposta adeguata ad un sistema che con forti spinte via via si è trasformato da servizio pubblico a sistema industriale, piegandosi alle regole di un mercato dove le notevoli difficoltà rappresentate da attività esternalizzate, competitività all’interno, liberalità, passaggi di gestione e difficoltà economiche, lo hanno reso sempre più debole e soggetto a speculazioni al ribasso.