You are here: Igiene Ambientale Comunicati

Comunicati

Elezioni Rsu Igiene Ambientale

E-mail Stampa PDF

claudio.jpg - 5.47 Kb

IGIENE AMBIENTALE. GRANDE PARTECIPAZIONE ALLE ELEZIONI RSU. VA A VOTARE QUASI IL 90 PER CENTO DEI LAVORATORI

Liste Fp Cgil Sicilia prime per numero di seggi e consensi in 7 Province.

Palermo, 30 novembre 2013. Le prime elezioni Rsu nelle società pubbliche e private del settore di Igiene Ambientale, segnano una partecipazione straordinaria di lavoratori: quasi il 90 per cento degli aventi diritto. Oltre seimila i voti validi, di cui un terzo ad Fp Cgil Sicilia che risulta la sigla più votata e in alcune Province ottiene la maggioranza assoluta di consensi. "Un risultato imponente- dicono Michele Palazzotto e Claudio Di Marco, rispettivamente segretario generale e segretario regionale di Fp Cgil Sicilia - se si considera il momento di grande difficoltà che stanno attraversando questi lavoratori in una fase di transizione dai vecchi ATO in liquidazione alle nuove S.R.R., e con centinaia di posti di lavoro a rischio".

Le elezioni delle rappresentanze sindacali unitarie si sono svolte il 26 e 27 novembre, in tutte le Società pubbliche e private del settore dell'igiene ambientale che fanno riferimento ai contratti collettivi nazionali di lavoro di FEDERAMBIENTE e FISE Assoambiente.

Fp Cgil Sicilia è arrivata prima in quasi tutte le province. Questi i risultati in termini percentuali: Agrigento 47,3%, Caltanissetta 72,9%, Catania 41,2%, Caltagirone 60,9%, Enna 61,1%, Messina 43,2%, Palermo 23,1%, Ragusa 63,6%, Siracusa 30,4% con un risultato complessivo a livello regionale di oltre 2.000 voti e una percentuale del 32,8%.

 

"Il soddisfacente risultato ottenuto - dicono Palazzotto e Di Marco - ci conferma il sostegno dei lavoratori sulle iniziative che stiamo portando avanti per la tutela dei loro diritti e ci spinge ancora di più a confermare con maggiore entusiasmo la nostra attività. Adesso si apre una nuova fase di relazioni sindacali per garantire i lavoratori con i nuovi soggetti gestori dei servizi di igiene ambientale".

DEFINITO ACCORDO QUADRO SUL PERSONALE ATO RIFIUTI

E-mail Stampa PDF

fpcgil.gif - 2.17 Kb

Palermo, 20 settembre 2013

L’incontro tenutosi ieri presso la sede dell’Assessorato all’Energia, ha sancito la positivaconclusione di un percorso avviato su nostra esclusiva iniziativa, nello scorso mese di maggio,con l’indizione dello sciopero generale del comparto dell’igiene ambientale.

Esprimiamo la nostra soddisfazione per i risultati raggiunti che ci consegnano una prospettiva di
salvaguardia dei livelli occupazionali in un contesto molto difficile e variegato che ancora
presenta molteplici ostacoli da superare.
La sottoscrizione dell’accordo quadro avvenuta lo scorso 6 agosto e la firma di ieri sulla parte
relativa alle garanzie di continuità dei rapporti di lavoro in essere presso le Società e i Consorzi
d’Ambito, che avevamo espressamente richiesto come presupposto per la validità dell’intero
documento, sono tappe fondamentali per garantire la funzionalità del nuovo sistema
organizzativo del ciclo integrato dei rifiuti, di cui il personale che vi opera è parte fondamentale.
Va sicuramente dato atto al lavoro svolto dall’Assessore Marino, dal Direttore Generale Lupo, i
quali, con il supporto degli Uffici di Gabinetto e di staff della direzione, hanno condotto e stanno
conducendo con tenacia e determinazione un lavoro molto complicato, sia tecnicamente sia
soprattutto politicamente, non cedendo a quelle pressioni che fino ad oggi hanno impedito
l’attuazione della legge di riforma del settore.
Apprezziamo, inoltre, la posizione di sostegno a questo percorso espressa ieri al tavolo di
trattativa da parte dell’ANCI Sicilia e dalle Associazioni Confindustria, FISE Assoambiente e dal
Comitato delle Imprese di Igiene Ambientale, che costituisce un formale impegno dei loro
associati nel percorso di applicazione dell’accordo quadro sul personale.
Attendiamo nei prossimi giorni l’emanazione del provvedimento da parte del Governo Regionale
che dovrà garantire, a seguito della definitiva cessazione dell’attività gestionale da parte degli
ATO, la continuità operativa dei servizi in tutti i territori.
Un provvedimento, sul quale abbiamo ricevuto una prima informazione, ancora in fase di
completamento da parte degli Uffici del Dipartimento, che dovrà prevenire e risolvere le diverse
possibili evoluzioni che si presenteranno alla prossima scadenza del 30 settembre e che si
annuncia parecchio complicato sotto il profilo giuridico.
Manterremo, comunque, alto il livello di attenzione su tutte le vertenze in corso, in modo
particolare su quelle dove si sono determinati licenziamenti di personale, come ad esempio il
COINRES e l’ATO ME2, affinché questo accordo quadro possa costituire lo strumento per fare
rientrare queste situazioni critiche.
Ai sindaci, infine, chiediamo di rispettare l’impegno sottoscritto garantendo continuità dei servizi
e dei rapporti di lavoro di tutti i lavoratori che erano in servizio alla data del 31 dicembre 2012.

I Segretari regionali
FP CGIL FIT CISL UIL TRASPORTI
Michele Palazzotto Dionisio Giordano Gianni Acquaviva
Claudio Di Marco
Segreterie Regionali Sicilia

ATO RIFIUTI. FP CGIL SICILIA: “A SICULIANA PRIMI 6 LICENZIAMENTI. GESTIONE EMERGENZA A SINDACI CREA PARADOSSI. SITUAZIONE A RISCHIO ANCHE ALL’ATO 1 DI MESSINA”.

E-mail Stampa PDF

Palermo, 4 giugno 2013. “Le direttive sul riordino del sistema dei rifiuti emanate dall’assessore regionale all’Energia rischiano di produrre paradossi e licenziamenti a catena.

RIFIUTI: ESECUTIVO REGIONALE DI FP CGIL, FIT CISL E UIL TRASPORTI. “RILANCIO CONCERTAZIONE PER AFFRONTARE EMPASSE DEL SETTORE”

E-mail Stampa PDF

Palermo, 11 gennaio 2013. Un esecutivo regionale di Fp Cgil Sicilia, Fit Cisl e Uil Trasporti per definire “le iniziative da mettere immediatamente in campo per sbloccare l’empasse del settore rifiuti sull’isola”.

RIFIUTI. FP CGIL SICILIA: “BENE DICHIARAZIONI CROCETTA SU BOCCIATURA COMBUSTIONE NEI FORNI DEI CEMENTIFICI. GOVERNO RIAPRA CONFRONTO CON PARTI SOCIALI”

E-mail Stampa PDF

 

Palermo, 12 novembre 2012. Fp Cgil Sicilia condivide le dichiarazioni del Presidente Crocetta sulla bocciatura del Piano regionale dei rifiuti nella parte che riguarda la combustione nei forni dei cementifici della parte residuale del ciclo integrato.

  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »

Pagina 1 di 2